Perché a Pasqua si regalano le uova di cioccolato con la sorpresa?  

Vi siete mai chiesti quando, perché e dove è nata questa tradizione? 

 

Quante uova di cioccolato nelle case dei bambini! E anche gli adulti in questo periodo dell’anno non mancano di scambiarsi in dono uova di materiali diversi: decorate, eleganti, uova sode che spuntano da dolci trecce di frolla…  

E intanto a casa di Tagesmutter Elisa – Principe….

Nella mitologia l’uovo, soprattutto nel periodo primaverile, 🐣 rappresenta un simbolo di rinascita con la ritrovata fertilità della terra e il rifiorire della natura dopo il freddo inverno. Nei tempi antichi l’uovo veniva considerato come una grande e unica creazione che univa la terra con il cielo.  L’uovo per gli antichi egizi rappresentava il fulcro dei quattro elementi che costituiscono l’universo: terra, acqua, aria e fuoco. Gli antichi romani con l’arrivo della primavera sotterravano alcune uova colorate di rosso vivo nei campi seminati per buon auspicio alla fertilità.

Per il Cristianesimo l’uovo è il simbolo di vita e di rinascita come il significato stesso della Pasqua di resurrezione di Gesù Cristo dal sepolcro e come possibilità di una vita ultraterrena.

Si fanno le uova di cioccolato!!

Fin dai tempi del medioevo le uova iniziarono ad essere dipinte, decorate persino con fili d’oro per poi essere offerte in dono durante le festività di Pasqua. Gli Zar di Russia amavano questa tradizione!  Nel ‘700 in Piemonte i maestri cioccolatieri usavano inserire una sorpresa come dono all’interno delle uova di cioccolato. 

Si impacchettano …

Dal finire dell’ 800 il grande orafo Fabergé si occupava delle decorazioni, si sbizzarriva in creazioni a dir poco magnifiche, smaltate, di platino, con all’interno sorprese di altre uova dorate, uova dentro a uova come matrioske! La sua fantasia creativa si fermò solo con l’avvento della Rivoluzione Russa e l’insediamento nella casa Fabergé da parte dei bolscevichi.

Il merito dell’idea di sorpresa come messaggio di vita contenuto nell’uovo è di Fabergé oppure dei maestri del cioccolato del Piemonte e anche di coloro che con una buona dose di ottimismo, come i bambini quando aprono le loro uova, continuano a credere nel messaggio che la vita possa sempre rivelare qualche sorpresa meravigliosa!  

Bravi bambini e bravissima Tagesmutter Elisa !!

“Mettiamoli nell’uovo di Pasqua, meraviglia e stupore per tutti. E abbracci.” 

Fabrizio Caramagna

Alcuni nostri precedenti articoli