Con Tagesmutter Sharon – Genova Quezzi scopriamo il “barattolo della calma” (o calming jar), strumento di ispirazione montessoriana

Come funziona il barattolo della calma

Il barattolo della calma, è un ottimo strumento per aiutare i più piccoli 👧🏼👶🏼 a regolare le proprie emozioni e a recuperare la calma in un momento di rabbia 🌩 o di agitazione. Il bimbo infatti, seguendo il lento movimento dei brillantini che fluttuano e si adagiano sul fondo, viene accompagnato a rallentare il respiro e a ritrovare uno stato di calma e di rilassamento.

Il barattolo della calma ci permette di entrare in contatto con il bambino in un momento di vulnerabilità emotiva: quando è agitato, arrabbiato o triste gli possiamo proporre di agitare il barattolo, osservare e seguire il movimento sempre più lento dei brillantini e fare insieme dei respiri profondi.


Con un bimbo più grande👦🏼 possiamo utilizzare il barattolo della calma invitando il piccolo ad osservare che il movimento dei brillantini 🌟🌟 è dapprima agitato e incontrollabile come quello dei suoi pensieri in quel momento, ma che tale movimento pian piano rallenti fino a che i brillantini si depositano sul fondo del barattolo, così come accade ai nostri pensieri quando iniziamo a calmarci e a rilassarci. A questo punto il bambino potrebbe sentirsi pronto a raccontarci il motivo del suo stato d’animo.


Per far si che il bambino impari ad autoregolarsi, però, questo strumento non basta da solo, è importante che ci sia un ambiente accogliente e un adulto capace di accompagnarlo nel processo di riconoscimento-
elaborazione-restituzione delle sue emozioni
(quindi non va utilizzato come se fosse una punizione !)

Come si crea il barattolo della calma

Creare insieme al proprio bambino il suo barattolo della calma, oltre ad essere un’attività divertente,
può essere un prezioso momento di condivisione!

Ecco i materiali necessari


💡 Al posto della colla liquida è possibile usare shampoo trasparente
💡 Consigliamo brillantini di colori verde, azzurro, blu, rosa, viola: Sono più indicati perché infondono calma e
tranquillità!

Il procedimento è molto semplice:

1 Mettere dell’acqua 💧💧 calda in un barattolo di vetro (si può riutilizzare il barattolo terminato di una
marmellata o del miele), ma attenzione a non riempirlo fino all’orlo bensì lasciare 2-3 cm in modo da dare
poi spazio al contenuto di muoversi.

2 Aggiungere della colla liquida trasparente (oppure dello shampoo trasparente) e dei brillantini 🌟🌟 (o in alternativa si può utilizzare direttamente della colla glitter) mescolando il tutto in modo che si sparga
uniformemente.

3 Si può rendere il barattolo ancora più magico aggiungendo del colorante alimentare !

4 Richiudere il contenitore con il suo coperchio (può essere indicato saldarlo con della colla a caldo)

Alcuni consigli di lettura

Alcuni suggerimenti di letture per affrontare e approfondire il tema delle emozioni con i vostri bambini.


da 1 ai 4 anni Flashcards Montessori,Emozioni e Azioni, Headu editore. Carte per imparare i nomi delle
emozioni e riconoscerne le espressioni.

da 2 a 5 anni “I colori delle emozioni” Anna Llenas , Gribaudo editore. Che cos’ha combinato il mostro dei colori ? Ha mescolato le emozioni e ora bisogna disfare il groviglio. Riuscirà a rimettere a posto l’allegria,
la tristezza, la rabbia, la paura e la calma, ognuna con il proprio colore ?

barattolo-calma

da 5 a 10 anni “ Geronimo Stilton – Il piccolo libro delle emozioni” Elisabetta Dami, Piemme editore. Per parlare di grandi valori come il rispetto delle emozioni “Quando Ficcagenio ha chiesto il mio aiuto per costruire una Macchina Crea Emozioni, io non mi sono certo tirato indietro. E ho scoperto che le emozioni sono uniche…proprio come noi !”.

dai 10 anniLa bussola delle emozioni – Dalla rabbia alla felicità, le emozioni raccontate ai ragazzi” Alberto Pellai e Barbara Temborini, Mondadori editore. “La vita è un viaggio e ora sei sempre più tu a dover imparare come muoverti, quali strumenti utilizzare per orientarti e quali destinazioni scegliere da
esplorare”.

Seguiteci su Facebook! Seguiteci su Facebook!

Alcuni articoli che ti possono interessare..